Marys Medicine

However, not everyone in Australia knows that drugs for potency cialis australia provide not just a temporary result, but also actually help rid the body of symptoms.

Mag1000


MANUALE DI UTILIZZO
MNPG144 Rev. 8 del 11/11/15
Elettroterapia modello


IACER S.r.l.
2 di 28 MNPG144 Rev. 08 11/11/15


IACER S.r.l.
3 di 28 MNPG144 Rev. 08 11/11/15


Informazioni tecniche Fabbricante
I.A.C.E.R. S.r.l.
Via S. Pertini, 24/a • 30030 Martellago (VE) Tel. 041.5401356 • Fax 041.5402684 IACER S.r.l. è un fabbricante italiano di dispositivi medici (certificato CE n° MED24021 rilasciato dal 'Ente Notificato n°0476 Cermet). Dichiarazione di conformità
La IACER S.r.l., con sede in via S. Pertini 24/A 30030 Martellago (VE), dichiara che l'apparecchio MIO-IONOTENS è costruito in conformità al a Direttiva 93/42/CEE del consiglio del 14 Giugno 1993 concernente i dispositivi medici (D. Lgs. 46/97 del 24 febbraio 1997 "Attuazione della Direttiva 93/42/CEE concernente i dispositivi medici"), al egato II così come modificata dal a Direttiva 2007/47/CE del 5 Settembre 2007 (D. Lgs. 37/2010 del 25 Gennaio 2010) Ente notificato: Cermet, Via di Cadriano 23 – 40057 Cadriano di Granarolo (BO) ITALY Il dispositivo MIO-IONOTENS è un dispositivo in classe IIa secondo l'al egato IX, regola 9 della Direttiva 93/42/CEE (e successive modifiche). Percorso di certificazione: Al egato II Martellago, 01/07/2014 Il rappresentante legale Il dispositivo MIO-IONOTENS assume le seguenti classificazioni: Apparecchio di classe IIa (Direttiva 93/42/CEE, al egato IX, regola 9 e successive modifiche); Classe II con parte applicata tipo BF (Classif. CEI EN 60601-1); Apparecchio con involucro non protetto contro la penetrazione di acqua; Apparecchio e accessori non soggetti a sterilizzazione; Apparecchio non adatto ad un uso in presenza di una miscela anestetica infiammabile con aria o con ossigeno o con protossido d'azoto; Apparecchio per funzionamento continuo; Apparecchio non adatto all'uso in esterno. Destinazione e ambito d'uso
Ambulatoriale e domestico MIO-IONOTENS è studiato ed indicato per i trattamenti di cura, riabilitazione e recupero funzionale di patologie a carico di: articolazione del polso IACER S.r.l.
4 di 28 MNPG144 Rev. 08 11/11/15


articolazione della mano articolazione della spal a articolazioni del piede articolazione della caviglia articolazione del ginocchio apparato motorio scheletrico atrofie e distrofie muscolari lesioni benigne e strappi muscolari tendinite e tendinosi MIO-IONOTENS, grazie ai suoi protocol i TENS, è particolarmente indicato per la terapia del dolore. Gli impulsi TENS sono in grado di ridurre sensibilmente, ed in alcuni casi eliminare, la sensazione di dolore causata dal e patologie e/o problematiche sopra indicate. MIO-IONOTENS è dotato inoltre di specifici protocol i per ionoforesi. La ionoforesi è una tecnica elettroterapica che sfrutta la corrente continua per introdurre medicamenti nella zona di dolore o di contrattura. Attraverso la corrente erogata il medicamento viene veicolato da un polo al 'altro attraversando così la sede affetta da patologia e rilasciando lo specifico principio attivo che vi agirà con sue caratteristiche fisico-chimiche. Con la ionoforesi si hanno due vantaggi: si evita l'assunzione di farmaci per via orale e si vanno a trattare direttamente le zone interessate dal e affezioni dolorose. La ionoforesi è utilizzata con notevoli risultati anche nel trattamento delle patologie che affliggono l'apparato genitale maschile, come ad esempio l'IPP (Induratio Penis Plastica) o malattia di La Peyronie. Si consiglia di consultare il proprio specialista o medico curante prima di intraprendere la terapia. È possibile richiedere il materiale informativo dedicato rivolgendosi direttamente al Il marchio CE0476 si riferisce ai soli programmi medicali (si veda lista programmi). Caratteristiche tecniche
Pacco batterie ricaricabili 4,8V 800mAh Input 100/240VAC 50/60Hz 0.2A, output 6.8VDC 0.3A Classe di isolamento (CEI EN Parte applicata (CEI EN 60601-1) Dimensioni (lung. x larg.x alt.) (mm) Corrente max in uscita 40mA su 1KΩ per canale nei programmi REHA 99mA su 1KΩ per canale per tutti gli altri programmi Quadra bifasica compensata e quadra monofasica Frequenza del 'onda (Hz) Larghezza d'impulso (μs) Da 1 a 90 minuti ATTENZIONE. Il dispositivo eroga corrente superiore ai 10mA. IACER S.r.l.
5 di 28 MNPG144 Rev. 08 11/11/15



Etichettatura

Ingresso caricabatteria Tasto incremento intensità canale 1 Tasto decremento intensità canale 1 Tasto scelta modalità di funzionamento Tasto incremento intensità canale 2 Tasto decremento intensità canale 2 Tasto incremento programma Tasto decremento programma Tasto ON/OFF e OK Tasto impostazione parametri programmi liberi e pausa terapia Clip aggancio cintura Sportello vano batteria IACER S.r.l.
6 di 28 MNPG144 Rev. 08 11/11/15



Indicazione della modalità di funzionamento (REHA, TENS, MEM) Frequenza dell'onda Larghezza d'impulso dell'onda Numero programma Intensità canale 1 Intensità canale 2 Indicatore batteria Tempo di terapia Tempo di contrazione Tempo di recupero Rampa di salita/discesa Dettaglio etichette
Tipo di alimentazione Tensione di uscita (su carico di 1000 Ohm IACER S.r.l.
7 di 28 MNPG144 Rev. 08 11/11/15
Descrizione dei simboli
Mantenere asciutto. Evitare il contatto con liquidi. Smaltimento dei rifiuti (Direttiva RAEE) Seguire le istruzioni per l'uso Parte applicata tipo BF Prodotto conforme al a Direttiva del a Comunità Europea 93/42/CEE (e successive mod.) Data di fabbricazione (mese/anno) Contenuto dell'imballaggio
La confezione di MIO-IONOTENS contiene: n° 1 apparecchio; n° 1 pacco batterie; n° 2 cavi per elettrostimolazione; n° 4 cavi sdoppiatori; n° 1 set da 4 elettrodi pregellati 41x41mm (in alternativa 48x48mm); n° 1 set da 4 elettrodi pregellati 40x80mm (in alternativa 50x90mm; n° 1 kit ionoforesi (fascia elastica, 2 elettrodi in gomma, 2 spugnette) n° 1 clip per cintura; n° 1 borsa per il trasporto; n° 1 manuale d'uso e manutenzione. n° 1 manuale posizione elettrodi Modalità d'uso Avvertenze
Control are la posizione ed il significato di tutte le etichette poste sul 'apparecchiatura; Non danneggiare i cavi di col egamento agli elettrodi, evitare inoltre di avvolgere i cavi stessi attorno al 'apparecchio; Non utilizzare l'apparecchio nel caso si riscontrino danneggiamenti al o stesso o agli accessori (cavi danneggiati): contattare il fabbricante secondo quanto riportato al paragrafo "Assistenza"; Evitare l'uso del sistema a persone non adeguatamente istruite tramite la lettura del manuale; Evitare l'uso in ambienti umidi; Durante la terapia si consiglia al 'utilizzatore di non indossare oggetti metal ici; Vietato posizionare gli elettrodi in modo che il flusso del a corrente attraversi l'area cardiaca (es: un elettrodo nero sul petto e un elettrodo rosso sul e scapole); Vietato l'uso del dispositivo con elettrodi posti sopra od in prossimità di lesioni o lacerazioni del a Vietato posizionare gli elettrodi su seni carotidei (carotide), genitali; Vietato posizionare gli elettrodi in prossimità degli occhi e non investire il bulbo oculare con la corrente erogata (un elettrodo diametralmente opposto al 'altro rispetto al 'occhio); mantenere una distanza minima di 3 cm. dal bulbo oculare; Elettrodi di sezione inadeguata possono provocare reazioni del a pel e o scottature; IACER S.r.l.
8 di 28 MNPG144 Rev. 08 11/11/15
Non utilizzare gli elettrodi se sono danneggiati anche se aderiscono bene al a cute; Utilizzare solo cavi ed elettrodi forniti dal fabbricante; Vietato l'uso quando l'elettrodo non aderisce più al a cute. Un reiterato utilizzo degli stessi elettrodi può compromettere la sicurezza del a stimolazione, infatti può causare un arrossamento cutaneo che persiste parecchie ore dopo la fine del a stimolazione; Il fabbricante si considera responsabile del e prestazioni, affidabilità e sicurezza del 'apparecchio soltanto se: eventuali aggiunte, modifiche e/o riparazioni sono effettuate da personale autorizzato; l'impianto elettrico del 'ambiente in cui MIO-IONOTENS è inserito è conforme al e leggi nazionali; l'apparecchio è impiegato in stretta conformità al e istruzioni di impiego contenute in questo Interferenze elettromagnetiche
L'apparecchio non genera e non riceve interferenze da altre apparecchiature. E' opportuno comunque usare l'apparecchio tenendo l'applicatore a distanza di almeno 3 metri da televisori, monitor, telefoni cel ulari o qualsiasi altra apparecchiatura elettronica. Pazienti in stato di gravidanza, tubercolosi, diabete giovanile, malattie virali (in fase acuta), micosi, dermatiti, soggetti con cardiopatie, aritmie gravi o portatori di pace-maker, bambini, portatori di protesi magnetizzabili, infezioni acute, ferite aperte, epilettici (salvo diverse prescrizioni mediche). Non sono noti significativi effetti col aterali. In alcuni casi di persone particolarmente sensibili, dopo il trattamento si manifestano degli arrossamenti cutanei in corrispondenza degli elettrodi: l'arrossamento scompare normalmente pochi minuti dopo il trattamento. Se l'arrossamento persiste consultare un medico. In rari casi la stimolazione serale provoca su alcuni soggetti un ritardo nel 'addormentarsi. In tale caso evitare il trattamento serale. Istruzioni per l'uso
MIO-IONOTENS è un generatore di correnti TENS e ionoforesi, portatile e a batteria, particolarmente studiato per l'utilizzo quotidiano nel trattamento del e forme più comuni di dolori muscolari. MIO- IONOTENS ha due uscite indipendenti regolabili dal 'utente. MIO-IONOTENS ha 14 programmi TENS preimpostati, 10 programmi REHA preimpostati (tra cui 3 programmi ionoforesi) e 12 memorie libere impostabili dal 'utente che offrono la possibilità di creare il proprio programma personalizzato, impostando manualmente i parametri di terapia. Il programma MEM 13 è invece un programma per il test del a batteria.
IMPOSTAZIONI PRELIMINARI

1. COLLEGAMENTO DEI CAVI E DEGLI ELETTRODI Posizionare gli elettrodi in prossimità del a zona da trattare (vedi paragrafo successivo), col egare gli elettrodi ai cavi di connessione e successivamente col egare i cavi al e uscite poste sul a parte superiore di MIO-IONOTENS; 2. ACCENSIONE DEL DISPOSITIVO Accendere il dispositivo premendo il tasto
PROGRAMMI PREIMPOSTATI
Per l'utilizzo dei programmi preimpostati di MIO-IONOTENS, seguire le seguenti istruzioni. 1. SCELTA DELLA MODALITA' E DEL PROGRAMMA Premendo il tasto MODE è possibile scegliere la modalità di funzionamento (TENS, REHA, MEM). Scegliere poi il programma desiderato premendo i tasti PRG+ e PRG - (per le specifiche di ciascun programma vedere il paragrafo "Lista dei programmi"); 2. REGOLAZIONE DELL'INTENSITA' Tramite i tasti di incremento di CH1 e CH2 (freccia verso l'alto) è possibile incrementare l'intensità del a corrente per i due canali. Il valore può essere impostato a step di 1mA. Per diminuire l'intensità utilizzare i due tasti di decremento CH1 e CH2 (freccia verso il basso). IACER S.r.l.
9 di 28 MNPG144 Rev. 08 11/11/15
MIO-IONOTENS rileva la connessione degli elettrodi: nel caso di errata connessione, il valore del 'intensità si resetta quando raggiunge i 10mA. Il display di MIO-IONOTENS mostra l'indicazione del tempo rimanente a fine programma. Un segnale acustico avvisa l'utente al termine del a terapia. Per mettere in pausa la terapia premere il tasto . Premere il tasto per riprendere il Per spegnere il dispositivo, premere il tasto e mantenerlo premuto per almeno due secondi. Il dispositivo si spegne comunque automaticamente quando non in terapia e se non viene premuto alcun tasto per 2 minuti.
MEMORIE LIBERE (PROGRAMMI PERSONALIZZABILI)
MIO-IONOTENS permette di impostare i parametri di terapia relativi ai programmi del a sezione MEM, con la possibilità dunque di personalizzare il trattamento a seconda del e proprie esigenze o del e indicazioni fornite dal proprio medico/fisioterapista. Seguire i seguenti semplici passi per la personalizzazione dei parametri. 1. SCELTA DEL PROGRAMMA Premere il tasto MODE/ESC e posizionarsi nel a sezione MEM. Con i tasti PRG+ e PRG- scorrere la lista dei programmi per visualizzare le specifiche preimpostate. Dopo essersi posizionati sul programma scelto , i valori di tempo, frequenza e larghezza d'impulso sono modificabili come segue; 2. REGOLAZIONE DEI PARAMETRI Impostare il tempo di terapia TIME-min, aumentando o diminuendo il valore tramite i tasti ▲(aumenta) e ▼(diminuisce) dei canali CH1 o CH2; Premere SET per confermare; Impostare il valore di frequenza Hz, aumentando o diminuendo il valore tramite i tasti ▲(aumenta) e ▼(diminuisce) dei canali CH1 o CH2; Premere SET per confermare; Impostare il valore di larghezza d'impulso us, aumentando o diminuendo il valore tramite i tasti ▲(aumenta) e ▼(diminuisce) dei canali CH1 o CH2; Premere OK per confermare; 3. REGOLAZIONE DELL'INTENSITA' Tramite i tasti di incremento di CH1 e CH2 (freccia verso l'alto) è possibile incrementare l'intensità del a corrente per i due canali. Il valore può essere impostato a step di 1mA. Per diminuire l'intensità utilizzare i due tasti di decremento CH1 e CH2 (freccia verso il basso). TENS e ionoforesi
Nei programmi TENS, l'intensità va regolata tra la soglia di percezione e la soglia del dolore. Il limite massimo è rappresentato dal momento in cui la muscolatura circostante l'area trattata inizia a contrarsi. È consigliabile restare sotto tale limite. Gli elettrodi vanno posti a quadrato circoscrivendo la zona dolente utilizzando il canale 1 e il canale 2 come in figura 1 Applicare gli elettrodi formando un quadrato sopra la zona dolente mantenendo una distanza minima di 4cm tra un elettrodo e l'altro. Per i programmi ionoforesi l'intensità deve essere regolata in modo da avvertire un notevole formicolio sull'area trattata, producendo una leggera contrazione dei muscoli circostanti. IACER S.r.l.
10 di 28 MNPG144 Rev. 08 11/11/15
Il farmaco utilizzato può avere polarità negativa, positiva, doppia polarità. Attraverso la corrente erogata il medicamento viene veicolato da un polo al 'altro attraversando così la sede affetta da patologia e rilasciando lo specifico principio attivo. ATTENZIONE: prima di iniziare la seduta di ionoforesi, inumidire abbondantemente i due elettrodi in spugna e strizzarli per evitare che gocciolino, poi cospargere il farmaco sull'elettrodo come indicato Farmaci con polarità positiva: vanno diluiti sull'elettrodo posto sul polo positivo (connessione rossa). Farmaci con polarità negativa: vanno diluiti sull'elettrodo posto sul polo negativo (connessione nera). Farmaci bipolari: vanno diluiti indifferentemente sull'elettrodo posto sul polo negativo o positivo. Posizionare l'elettrodo col farmaco sopra la zona dolente e l'altro trasversalmente. È possibile riscontrare un leggero arrossamento cutaneo a fine programma; il rossore scompare normalmente dopo alcuni minuti dal a fine del programma. ATTENZIONE. Non usare il programma ionoforesi in prossimità di protesi metal iche Tabella dei farmaci utilizzati nei trattamenti ionoforesi
Polarità
Azione prevalente
Indicazioni
Cloruro di calcio (Sol. Positiva algodistrofica. Non usare in caso di arteriosclerosi Cloruro di magnesio Positiva Analgesico, sedativo, Sostituto del cloruro di calcio in pazienti con Ioduro di potassio Sclerolitico, emolliente Dupuytren, cheloidi Lisina acetilsalicilato Flectadol, Aspegic articolare, reumatismi (novocaina, lidocaina) nevralgia del trigemino Artrite reumatoide IACER S.r.l.
11 di 28 MNPG144 Rev. 08 11/11/15
Sodio di Diclofenac Positiva/Negativa Voltaren, Negativa Anti-infiammatorio Reumatismi degenerativi e extra articolari, gotta Piroxicam, Feldene Salicilato di sodio Negativa Ketoprofene, sale di Positiva/Negativa Anti-infiammatorio Artrosi, artrite Edemi post-traumatici e post-operatori dovuti ad insufficienza venosa. Nel caso il farmaco non compaia nella presente lista, verificare la polarità indicata sulla confezione o sulle avvertenze d'uso del farmaco stesso o consultare il proprio medico/farmacista. Elenco dei programmi
Tens convenzionale Ionoforesi L (bassa) Tens endorfinico Ionoforesi M (media) Tens ai valori massimi Ionoforesi H (alta) Antinfiammatorio Cervicalgia/cefalea Lombalgia/sciatalgia Distorsioni/contusioni Vascolarizzazione Decontratturante Prevenzione atrofia Dolori mano e polso Stimolazione plantare NEMS alternato 1 NEMS alternato 2 IACER S.r.l.
12 di 28 MNPG144 Rev. 08 11/11/15
Specifiche dei programmi
Programmi TENS
tempo tot 40 min larghezza impulso 50s tempo tot 30 min larghezza impulso 200s tempo tot 3 min frequenza 150 Hz larghezza impulso 200s tempo tot 30 min frequenza 120 Hz larghezza impulso 40s tempo tot 20 min Tempo tot 10 min larghezza impulso 60s Larghezza impulso 150s Larghezza impulso 60s tempo tot 20 min Tempo tot 20 min larghezza impulso 50s Larghezza impulso 60s tempo tot 10 min Tempo tot 10 min Tempo tot 10 min frequenza 110 Hz larghezza impulso 50s Larghezza impulso 50s Larghezza impulso 60s tempo tot 20 min larghezza impulso 200s tempo tot 10 min Tempo tot 10 min Tempo tot 10 min larghezza impulso 250s Larghezza impulso 200s Larghezza impulso 300s tempo tot 15 min Tempo tot 15 min Tempo tot 10 min Frequenza 110 Hz larghezza impulso 60s Larghezza impulso 50s Larghezza impulso 50s tempo tot 15 min Tempo tot 15 min Tempo tot 10 min larghezza impulso 60s Larghezza impulso 150s Larghezza impulso 50s tempo tot 20 min Tempo tot 10 min Tempo tot 10 min larghezza impulso 50s Larghezza impulso 60s Larghezza impulso 90s tempo tot 20 min Tempo tot 20 min larghezza impulso 50s Larghezza impulso 60s Tempo tot 30 min Tempo tot 10 min: frequenza 150 Hz (3Hz-200s x 7sec larghezza impulso 200s Larghezza impulso 60s 50%+ 1Hz 200s x 3 sec 60% + 30Hz-200s x 5 sec 50%) x 40 cicli IACER S.r.l.
13 di 28 MNPG144 Rev. 08 11/11/15
TENS 1 • TENS Convenzionale (programma medicale)
Programma utilizzato a scopo antalgico; la sua azione è quella di indurre nell'organismo un blocco del dolore a livello spinale, secondo quanto sostenuto dal a "teoria del cancello" di Melzack e Wal . Gli impulsi dolorifici che partono da un determinato punto del corpo (ad esempio una mano) percorrono le vie nervose (attraverso fibre nervose di piccolo diametro) fino a raggiungere il sistema nervoso centrale dove l'impulso viene interpretato come doloroso. La Tens convenzionale attiva fibre nervose di grosso diametro che, a livello spinale, bloccano il percorso delle fibre di piccolo diametro. E' dunque una azione prevalentemente sul sintomo: per semplificare ulteriormente viene occluso il filo che porta l'informazione del dolore. La durata del trattamento non deve essere inferiore a 30/40 minuti. La tens convenzionale è una corrente che può essere utilizzata nel trattamento dei dolori quotidiani in genere. Il numero di trattamenti richiesti in media per riscontrare dei benefici è 10/12 con frequenza giornaliera (nessuna controindicazione nel raddoppiare la dose). Il programma ha una durata di 40 minuti in una sola fase. In caso di dolore particolarmente insistente, al termine di una seduta ripetere il programma. Per la particolarità dell'impulso, durante il trattamento si può andare incontro ad un effetto "assuefazione" per cui si sentirà sempre meno l'impulso: per contrastare questo effetto, è sufficiente, al bisogno, aumentare di un livello l'intensità. Posizione elettrodi: : formare un quadrato sopra la zona dolente come figura 1. TENS 2 • TENS Endorfinico (programma medicale)
Questo tipo di stimolazione produce due effetti in relazione al posizionamento degli elettrodi: posizionando gli elettrodi in zona dorsale con riferimento foto 08 del manuale delle posizioni, favorisce la produzione endogena di sostanze morfinosimili che hanno la proprietà di innalzare la soglia di percezione del dolore; con posizionamento elettrodi formando un quadrato sopra la zona dolente come figura 1, produce un effetto vascolarizzante. L'azione di vascolarizzazione produce un aumento della portata arteriosa con un conseguente effetto positivo sulla rimozione delle sostanze algogene ed un ripristino delle condizioni fisiologiche normali. Durata del trattamento 30 minuti in una sola fase, frequenza giornaliera. Non posizionare gli elettrodi in prossimità di aree soggette a stati infiammatori. Intensità regolata in modo da produrre una buona sollecitazione della parte stimolata, la sensazione deve essere simile ad un massaggio. TENS 3 • TENS ai valori massimi (programma medicale)
Durata brevissima, 3 minuti. Produce un blocco periferico degli impulsi dolorifici causando un vero e proprio effetto anestetizzante locale. E' un tipo di stimolazione adatto in situazioni di traumi o contusioni in cui è necessario intervenire con rapidità. L'intensità selezionata è quella massima sopportabile (ben oltre il limite della tens convenzionale, quindi con vistosa contrazione dei muscoli circostanti l'area trattata). Per questo motivo tale stimolazione è certamente quella meno tollerata, ma di grande efficacia. È un tipo di stimolazione che si sconsiglia al e persone particolarmente sensibili ed in ogni caso da evitare di posizionare gli elettrodi in zone sensibili come viso, genitali, prossimità di Posizione elettrodi: formando un quadrato sopra la zona dolente come figura 1. TENS 4 • Antinfiammatorio (programma medicale)
Programma consigliato negli stati infiammatori. Applicazione fino al a riduzione dello stato infiammatorio (10-15 applicazioni 1 volta al giorno, con possibilità di raddoppiare i trattamenti giornalieri). Individuata la parte da trattare posizionare gli elettrodi a quadrato come fig. 1. L'intensità IACER S.r.l.
14 di 28 MNPG144 Rev. 08 11/11/15
va regolata in modo da produrre un leggero formicolio sulla zona trattata, evitando la contrazione dei muscoli circostanti. Durata programma: 30 minuti. TENS 5 • Cervicalgia / Cefalea (programma medicale)
Programma specifico per il trattamento del dolore in zona cervicale. Durata 35 minuti. Intensità regolata fra la soglia di percezione e la soglia del dolore: il limite massimo di intensità è rappresentato dal momento in cui la muscolatura circostante l'area trattata inizia a contrarsi; oltre questo limite la stimolazione non aumenta la sua efficacia ma solo il senso di fastidio, quindi è bene fermarsi prima di tale soglia. Il numero di trattamenti per ottenere i primi benefici è tra i 10 e i 12 con frequenza giornaliera, proseguire nei trattamenti fino al a scomparsa dei sintomi. Posizione elettrodi: Attenzione: durante il programma l'apparecchio varia i parametri della stimolazione. Si potranno avere sensazioni di corrente diversa: la cosa è normale e prevista nel software: alzare o diminuire l'intensità secondo la propria sensibilità per raggiungere il proprio comfort di stimolazione. TENS 6 • Lombalgia/Sciatalgia (programma medicale)
Programma specifico per il trattamento del dolore in zona lombare o lungo il nervo sciatico, o entrambi. Intensità regolata fra la soglia di percezione e la soglia del dolore: il limite massimo di intensità è rappresentato dal momento in cui la muscolatura circostante l'area trattata inizia a contrarsi; oltre questo limite la stimolazione non aumenta la sua efficacia ma solo il senso di fastidio, quindi è bene fermarsi prima di tale soglia. Il numero di trattamenti per ottenere i primi benefici è tra i 15 e i 20 con frequenza giornaliera, proseguire nei trattamenti fino al a scomparsa dei sintomi. Durata programma: 40 minuti. Posizione elettrodi: fare riferimento al manuale delle posizioni foto 27 e 28. TENS 7 • Distorsioni / Contusioni (programma medicale)
Dopo questo tipo di infortuni, il programma sviluppa la sua efficacia con una azione inibitoria del dolore a livello locale, producendo tre impulsi differenziati ad azione selettiva. Intensità regolata fra la soglia di percezione e la soglia del dolore. Durata programma 30 minuti. Numero di trattamenti: fino a riduzione del dolore, con frequenza quotidiana (anche 2/3 volte al TENS 8 • Vascolarizzazione (programma medicale)
Produce un effetto vascolarizzante nella zona trattata. L'azione vascolarizzante produce un aumento della portata arteriosa con un conseguente effetto positivo sulla rimozione delle sostanze algogene ed un ripristino delle condizioni fisiologiche normali. Non posizionare gli elettrodi in prossimità di aree soggette a stati infiammatori. La frequenza di applicazione suggerita è giornaliera, il numero di applicazioni non è definito; il programma può essere utilizzato fino al a riduzione del dolore stesso. L'intensità di stimolazione suggerita deve essere compresa tra la soglia di percezione e la soglia di leggero fastidio. Durata programma: 20 minuti. Posizione elettrodi: fare riferimento al manuale delle posizioni da foto 25 a foto 33. IACER S.r.l.
15 di 28 MNPG144 Rev. 08 11/11/15
TENS 9 • Decontratturante (programma medicale)
Programma indicato per accelerare il processo di recupero funzionale del muscolo dopo un intenso al enamento oppure uno sforzo da lavoro; svolge una azione immediata. Intensità regolata in modo da produrre una discreta sollecitazione del muscolo. Due trattamenti quotidiani per tre o quattro giorni. Durata programma 30 minuti. Posizione elettrodi: da foto 1 a 28. TENS 10 • Dolori mano e polso (programma medicale)
Questo programma è indicato in caso di dolori di vario tipo al a mano ed al polso: indolenzimento da sforzo, artrite al a mano, tunnel carpale, etc. Durata totale del programma 40 minuti. Combinando diversi tipi di impulsi ad onda quadra si ottiene una azione antalgica generalizzata sulla zona da trattare (impulsi a frequenze diverse stimolano fibre nervose di diverso calibro favorendo l'azione inibitoria a livello spinale). Intensità regolata fra la soglia di percezione e la soglia del dolore senza produrre contrazioni muscolari. Posizione elettrodi: formando un quadrato sopra la zona da trattare come figura 1. TENS 11 • Stimolazione plantare (programma medicale)
Questo programma è in grado di produrre un effetto di rilassamento e drenante lungo l'arto stimolato. Ideale per le persone che soffrono di "pesantezza al e gambe". La durata è di 40 minuti. Intensità: appena sopra la soglia di percezione. Posizione elettrodi: 2 elettrodi (uno positivo l'altro negativo) sulla pianta del piede, uno vicino al e dita del piede, l'altro sotto il tal one. TENS 12 • Epicondilite (programma medicale)
Detta anche "gomito del tennista", è una tendinopatia inserzionale che interessa l'inserzione sull'osso del gomito dei muscoli epicondilei che sono quelli che permettono l'estensione (cioè il piegamento al 'indietro) delle dita e del polso. 15 applicazioni una volta al giorno (anche 2 volte), fino a scomparsa dei sintomi. In generale si consiglia di consultare il proprio medico per verificare l'origine precisa del dolore, in modo da evitare il ripetersi della patologia. Durata del programma 40 minuti, intensità regolata sopra la soglia di percezione. Posizione elettrodi: foto 29. TENS 13 • Epitrocleite (programma medicale)
Detta anche "gomito del golfista", colpisce non solo i golfisti ma anche chi svolge attività ripetitive o che prevedono frequenti sforzi intensi (per esempio trasportare una valigia particolarmente pesante). Si avverte dolore ai tendini flessori e pronatori inseriti sull'epitroclea. È un dolore che si avverte quando si flette o si prona il polso contro resistenza, oppure quando si stringe in mano una pal a di gomma dura. 15 applicazioni una volta al giorno (anche 2 volte), fino a scomparsa dei sintomi. In generale si consiglia di consultare il proprio medico per verificare l'origine precisa del dolore, in modo da evitare il ripetersi della patologia. Durata del programma 40 minuti, intensità regolata sopra la soglia di percezione. Posizione elettrodi: foto 29 ma con gli elettrodi tutti spostati verso l'interno del braccio (con una rotazione di circa 90°). IACER S.r.l.
16 di 28 MNPG144 Rev. 08 11/11/15
TENS 14 • Periartrite (programma medicale)
La periartrite scapolo omerale è una malattia infiammatoria che colpisce i tessuti di tipo fibroso che circondano l'articolazione: tendini, borse sierose e tessuto connettivo. Questi appaiono alterati e possono frammentarsi e calcificare. È una patologia che, se trascurata, può diventare fortemente invalidante. Per questo dopo aver eseguito un ciclo di 15/20 applicazioni una volta al giorno, per ridurre il dolore, si consiglia di iniziare un ciclo di riabilitazione composto da esercizi specifici consultando il proprio medico. Il programma è composto di varie fasi tra cui la Tens e fasi di stimolazione muscolare al fine di migliorare il tono dei muscoli che circondano l'articolazione. Durata del programma 41 minuti, intensità regolata sopra la soglia di percezione con piccole contrazioni muscolari al a fine del programma (quando mancano 10 minuti). L'artrosi è una patologia cronico-degenerativa, cioè compare in maniera subdola, sviluppandosi nel tempo e causando una progressiva degenerazione delle articolazioni (un'articolazione è formata da due o più "capi" ossei, cartilagine, legamenti, membrana sinoviale, capsula articolare, tendini e muscoli), provocando in tal modo una limitazione sempre maggiore della motilità articolare. L'azione principale dell'artrosi è quel a di causare un deterioramento progressivo della cartilagine (che non è in grado di riformarsi) e dell'osso, con secondaria deformazione dello stesso e produzione di escrescenze, dette "osteofiti", che ostacolano meccanicamente il movimento articolare; essa provoca inoltre un ispessimento e un irrigidimento della capsula articolare, che, unitamente al a contrazione dei muscoli intorno al 'articolazione, contribuiscono ulteriormente al a limitazione dell' "escursione articolare". La Tens è una terapia che lenisce il dolore provocato da questa patologia, ma non è una terapia Unitamente al a Tens (Tens 1) si può stimolare l'area da trattare con una corrente a bassa frequenza (Tens 2) al fine di provocare una decontrazione della muscolatura circostante. Fino a riduzione anche 2 volte al anche 2 volte al spostati tutti 10 cm più in basso anche 2 volte al IACER S.r.l.
17 di 28 MNPG144 Rev. 08 11/11/15
anche 2 volte al anche 2 volte al anche 2 volte al anche 2 volte al Distorsione al a Giornaliera, fino anche 2 volte al anche 2 volte al Importante: in tutti questi programmi, l'intensità di stimolazione deve essere regolata tra la soglia di percezione dell'impulso ed il momento in cui l'impulso inizia a provocare fastidio. Ad eccezione del programma "periartrite" i muscoli circostanti l'area trattata non devono contrarsi ma solo produrre delle leggere "vibrazioni". Programmi REHA
Prog.

tempo tot 30 min frequenza 800 Hz larghezza impulso 100s tempo tot 30 min frequenza 1000 Hz larghezza impulso 100s tempo tot 30 min frequenza 1200 Hz larghezza impulso 100s tempo tot 30 min larghezza impulso 20s tempo tot 30 min (5 sec 30 us) x 120 cicli Tempo tot 30 min (6 sec 100Hz – 175 us + 6 sec 2- 100Hz modulata – 250 us + IACER S.r.l.
18 di 28 MNPG144 Rev. 08 11/11/15
6 sec 150Hz – 60-200 us) Tempo tot 30 min (6 sec 100Hz – 175 us + 6 sec 2- 100Hz modulata – 250 us + 6 sec 150Hz – 60-200 us modulata) Tempo tot 30 min Larghezza d'impulso 80 us Impulsi burst Tempo tot 4 min Tempo tot 10 min Tempo tot 10 min (10 sec 3Hz – 250us 80% + 5 (10 sec 3Hz – 250us Larghezza d'impulso 250us sec 20Hz – 250us 80%) x 40 80% + 5 sec 30Hz – 250us 80%) x 40 cicli Tempo tot 15 min Tempo tot 10 min (10 sec 3Hz – 250us 80% + 5 (10 sec 3Hz – 250us Larghezza d'impulso 250us sec 40Hz – 250us 80%) x 40 80% + 5 sec 50Hz – 250us 80%) x 40 cicli REHA 1-2-3 • Ionoforesi 1-2-3 (programma medicale)
Per i programmi ionoforesi l'intensità deve essere regolata in modo da avvertire un notevole formicolio sull'area trattata, producendo una leggera contrazione dei muscoli circostanti. Posizione elettrodi: posizionare l'elettrodo col farmaco sopra la zona dolente e l'altro diametralmente opposto. Il canale 2 è disabilitato per i programmi di ionoforesi.
REHA 4 • Microcorrente (programma medicale)
L'utilizzo della microcorrente è del tutto assimilabile al a Tens convenzionale, con unica differenza di utilizzare un impulso elettrico che, a volte, meglio si adatta al a sensibilità di persone un po' ansiose o parti del corpo delicate. In generale può essere applicata in caso di dolori quotidiani, facendo attenzione che, se è ignota l'origine del dolore, è necessario consultare il proprio medico. Può essere considerata una corrente antalgica buona per tutti gli usi, essendo sprovvista di effetti collaterali (tranne un leggero arrossamento cutaneo dopo lunghe applicazioni), e presentando poche controindicazioni (quelle riportate al paragrafo iniziale). Durata del programma 30 minuti. Intensità regolata sopra la soglia di percezione. Posizione elettrodi: sopra zona dolore come figura 1. REHA 5 • Ematomi (programma medicale)
Consultare il medico prima di intervenire con questo programma sugli ematomi. Durata totale del programma 30 minuti. Poche applicazioni intervenendo entro poche ore dal a contusione. Combinando diversi tipi di impulsi ad onda quadra si ottiene una azione drenante sulla zona da trattare di tipo scalare (impulsi a frequenze diverse drenano la zona a profondità diverse). Intensità regolata fra la soglia di percezione e la soglia del dolore senza produrre contrazioni muscolari. Posizione elettrodi: formando un quadrato sopra la zona da trattare come figura 1. REHA 6 • Edemi (programma medicale)
Programma simile a REHA 5. Intensità regolata fra la soglia di percezione e la soglia del dolore senza produrre contrazioni muscolari. IACER S.r.l.
19 di 28 MNPG144 Rev. 08 11/11/15
Posizione elettrodi: formando un quadrato sopra la zona da trattare come figura 1. REHA 7 • TENS modulata (programma medicale)
La frequenza della forma d'onda e la larghezza d'impulso variano continuamente causando una sensazione più piacevole di una stimolazione con frequenza e larghezza d'impulso costanti. Programma adatto per il trattamento del dolore e un effetto massaggiante sui muscoli come il trapezio. Posizione elettrodi: formando un quadrato sopra la zona dolente come in figura 1. REHA 8 • TENS Burst (programma medicale)
Stimolazione che produce effetto TENS training utilizzando frequenze della TENS convenzionale. Molto usata in terapia del dolore. L'azione è simile a quel a del programma TENS endorfinico. Posizione elettrodi: formando un quadrato sopra la zona dolente come in figura 1. REHA 9 • Prevenzione atrofia (programma medicale)
Programma ideato per il mantenimento del trofismo muscolare. Durante tutto il trattamento viene privilegiato il lavoro di tonicità muscolare con particolare attenzione al e fibre lente. Particolarmente indicato in persone reduci da un infortunio o post operati. Impedisce la riduzione del trofismo muscolare per inattività fisica. Si può stimolare la zona muscolare interessata con applicazioni quotidiane a media intensità; se si aumenta l'intensità bisogna consentire al a muscolatura di recuperare lasciando un giorno di riposo tra le applicazioni. L'intensità di questo programma va regolata in modo da produrre delle buone contrazioni muscolari delle aree trattate. Posizioni elettrodi da foto 1 a foto 20. Durata del programma 24 minuti. REHA 10 • Atrofia-Recupero del trofismo (programma medicale)
Questo programma lavora in maniera selettiva sulle fibre lente. Ideale per il recupero del trofismo muscolare dopo un lungo periodo di inattività o infortunio. Programma da eseguire nel caso in cui la perdita del tono muscolare sia già avvenuta. Applicare con cautela (intensità bassa, sufficiente a produrre delle leggere contrazioni muscolari) nelle prime 2/3 settimane. Aumentare progressivamente l'intensità nelle successive 3/4 settimane. Applicazione a giorni alterni. Posizioni elettrodi da foto 1 a foto 20. Durata del programma 29 minuti. Programmi MEM
Prog.

FASE 1
Memorie libere TENS
tempo tot 1-90 min frequenza 1-200 Hz larghezza impulso 20-250 s Memorie libere NEMS tempo tot 1-90 min frequenza 1-200 Hz tempo contrazione 1-10 sec tempo di recupero 0-30 sec larghezza impulso 50-450s IACER S.r.l.
20 di 28 MNPG144 Rev. 08 11/11/15
Memorie libere NEMS alternate canale 1 e 2 tempo tot 1-90 min frequenza 1-200 Hz tempo contrazione 1-10 sec tempo di recupero 0-30 sec larghezza impulso 50-450s Programma test batteria M1-M5 • Memorie libere TENS (programma medicale)
Memorie libere per il trattamento antalgico TENS. M6-M10 • Memorie libere NEMS
Memorie libere per il recupero muscolare e/o l'al enamento. M11-M12 • Memorie libere NEMS alternate
Memorie libere per il recupero muscolare e/o l'al enamento con segnali alternati su canale 1 e canale 2 M13 • Programma test batteria
Programma per la calibrazione della batteria Cura del'apparecchio Ricarica delle batterie
In caso di batterie scariche o insufficienti, il display visualizza l'icona . In questo caso potrebbe non essere possibile intraprendere la seduta di terapia, o non riuscire a completarla. Per la ricarica delle batterie, si seguano i seguenti semplici passi: Assicurarsi che il dispositivo sia spento o spegnerlo tramite il tasto Collegare il caricabatterie al dispositivo e successivamente collegare il caricabatterie al a Il display visualizzerà l'icona lampeggiante della batteria sul display. Dopo 4 ore la ricarica termina automaticamente e il display mostra il tempo di ricarica totale. Al termine della ricarica scollegare il caribatterie dal a rete e dal dispositivo e riporlo nella borsa di trasporto.

Sostituzione delle batterie

Per la sostituzione della batteria seguire i seguenti passi: Rimuovere la clip di aggancio in cintura; Aprire il vano porta batteria; Scol egare il cavetto di collegamento e rimuovere la batteria; Collegare la nuova batteria al a presa interna; Chiudere il vano porta batteria e reinserire la clip di aggancio in cintura; Si raccomanda di rimuovere la batteria in caso di non utilizzo del dispositivo per un lungo periodo. La batteria dovrebbe essere maneggiata solo da persone adulte. Mantenere al di fuori della portata dei IACER S.r.l.
21 di 28 MNPG144 Rev. 08 11/11/15
Smaltire la batteria secondo le normative vigenti. ATTENZIONE: il ciclo di vita della batteria dipende dai cicli di carica/scarica a cui viene sottoposta e dal numero degli stessi. Suggeriamo i seguenti accorgimenti per una durata più lunga della batteria: Ricaricare la batteria una volta al mese, anche in caso di non utilizzo del dispositivo; Scaricare la batteria il più possibile durante l'utilizzo; Utilizzare solo ed esclusivamente il caricabatterie fornito in dotazione o comunque dal fabbricante /distributore. Non aprire ne modificare il caricabatterie. Pulizia dell'apparecchio
Per pulire l'apparecchiatura dal a polvere usare un panno morbido asciutto.
Macchie più resistenti possono essere tolte usando una spugnetta imbevuta in soluzione di acqua e alcool. Dispositivo non soggetto a sterilizzazione.
Trasporto e immagazzinamento
Precauzioni per il trasporto
Non ci sono particolari cure da usare durante il trasporto poiché MIO-IONOTENS è un apparecchio Si raccomanda comunque di riporre MIO-IONOTENS ed i relativi accessori nella custodia fornita in dotazione dopo ogni utilizzo. Precauzioni per l'immagazzinamento
L'apparecchiatura è protetta fino al e condizioni ambientali seguenti: In funzionamento temperatura ambiente umidità relativa da 700 a 1060 hPa Nella confezione fornita temperatura ambiente da –5 a +55 °C umidità relativa da 700 a 1060 hPa Informazioni per lo smaltimento
Il prodotto è soggetto al a normativa RAEE (presenza sull'etichetta del simbolo raccolta differenziata: per lo smaltimento del prodotto, usare apposite aree attrezzate al a raccolta di materiale elettronico o contattare il produttore.
Manutenzione e risoluzione dei problemi
Se viene utilizzata secondo quanto prescritto nel presente manuale, per l'apparecchiatura non è richiesta una manutenzione ordinaria particolare. Nel caso si riscontrino malfunzionamenti o problemi nell'utilizzo di MIO-IONOTENS, verificare  MIO-IONOTENS non si accende e/o il display non si illumina. Verificare lo stato di carica del e
batterie ed eventualmente sostituirle (vedi capitolo "Sostituzione del e batterie"). Se il problema persiste contattare il fabbricante.  MIO-IONOTENS non trasmette impulsi elettrici. Assicurarsi di aver inserito gli spinotti dei cavi
agli elettrodi, e di aver staccato l'elettrodo dal a plastica di conservazione. Assicurarsi che i cavi siano connessi in maniera corretta (connettore ben inserito nel 'apparecchio). Assicurarsi che i cavi e gli elettrodi non siano danneggiati o rovinati. Se il problema persiste contattare il fabbricante.  MIO-IONOTENS trasmette impulsi deboli e/o intermittenti. Verificare lo stato di usura dei cavi e
degli elettrodi e sostituirli se necessario. Se il problema persiste contattare il fabbricante.  MIO-IONOTENS si spegne durante il funzionamento. E' consigliabile sostituire le batterie e
iniziare nuovamente il trattamento. Se il problema persiste contattare il fabbricante.  MIO-IONOTENS non permette la regolazione dell'intensità d'uscita o non mantiene il valore
impostato e si resetta. E' consigliabile sostituire le batterie e iniziare nuovamente il trattamento. Se il
problema persiste contattare il fabbricante. IACER S.r.l.
22 di 28 MNPG144 Rev. 08 11/11/15
Assistenza
Il fabbricante è il solo esclusivista per interventi di assistenza tecnica sull'apparecchiatura. Per qualsiasi
intervento di assistenza tecnica rivolgersi a: I.A.C.E.R. S.r.l.
Via S. Pertini, 24/a • 30030 Martellago (VE) Tel. 041.5401356 • Fax 041.5402684 Eventuale documentazione tecnica riguardante parti riparabili può essere fornita , ma solo previa autorizzazione aziendale e solamente dopo aver dato istruzione adeguata al personale addetto agli interventi.
Ricambi
Il fabbricante rende disponibile in qualsiasi momento i ricambi originali per l'apparecchiatura. Per
I.A.C.E.R. S.r.l.
Via S. Pertini, 24/a • 30030 Martellago (VE) Tel. 041.5401356 • Fax 041.5402684 Ai fini del mantenimento della garanzia, della funzionalità e sicurezza del prodotto si raccomanda di usare esclusivamente ricambi originali forniti dal fabbricante.
Garanzia
MIO-IONOTENS è coperto da garanzia di anni 2 a decorrere dal a data di acquisto sulle parti
elettroniche. Le parti soggette ad usura (batterie ed elettrodi) sono escluse dal a garanzia. La garanzia decade in caso di manomissione dell'apparecchio ed in caso d'intervento sullo stesso da parte di personale non autorizzato dal costruttore o dal rivenditore autorizzato. Le condizioni di garanzia sono quel e descritte tra le "Norme di garanzia". Come previsto dal a Direttiva Dispostivi Medici 93/42/CEE il fabbricante è obbligato a rintracciare in qualsiasi momento le apparecchiature fornite per intervenire tempestivamente, qualora si rendesse necessario, a seguito di difetti di fabbricazione. Vi preghiamo pertanto di: spedire la cartolina azzurra e conservare la cartolina verde ATTENZIONE: in caso di mancata spedizione, il fabbricante declina qualsiasi responsabilità, qualora fossero necessari interventi correttivi sull'apparecchiatura stessa. In caso di successivo intervento in garanzia, l'apparecchiatura va imbal ata in modo da evitare danni durante il trasporto e spedita al costruttore assieme a tutti gli accessori. Per avere diritto agli interventi in garanzia, l'acquirente dovrà inviare l'apparecchio munito della ricevuta o fattura comprovante la corretta provenienza del prodotto e la data di acquisto. Norme di garanzia.
In caso di intervento in garanzia dovrà essere al egata la ricevuta fiscale o fattura d'acquisto, al 'atto della spedizione della merce. La durata della garanzia è di anni 2 (due) sulle parti elettroniche. La garanzia viene prestata attraverso il punto vendita di acquisto oppure rivolgendosi direttamente al costruttore. La garanzia copre esclusivamente i danni del prodotto che ne determinano un cattivo Per garanzia si intende esclusivamente la riparazione o sostituzione gratuita dei componenti riconosciuti difettosi nella fabbricazione o nel materiale, mano d'opera compresa. La garanzia non si applica in caso di danni provocati da incuria o uso non conformi al e istruzioni fornite, danni provocati da interventi di persone non autorizzate, danni dovuti a cause accidentali o a negligenza dell'acquirente, con particolare riferimento alle parti esterne. La garanzia non si applica inoltre a danni causati al 'apparecchio da alimentazioni non idonee. Sono escluse dal a garanzia le parti soggette ad usura in seguito all'utilizzo. La garanzia non include i costi di trasporto che saranno a carico dell'acquirente in relazione ai modi ed ai tempi del trasporto. Trascorsi i 2 anni la garanzia decade. In tal caso gli interventi di assistenza verranno eseguiti addebitando le parti sostituite, le spese di manodopera e le spese di trasporto secondo le tariffe 10) Per qualsiasi controversia è competente in via esclusiva il foro di Venezia. IACER S.r.l.
23 di 28 MNPG144 Rev. 08 11/11/15
MIO-IONOTENS. Tutti i diritti sono riservati. MIO-IONOTENS ed il logo esclusiva proprietà di I.A.C.E.R. Srl e sono registrati. Tabelle EMC
IACER S.r.l.
24 di 28 MNPG144 Rev. 08 11/11/15
IACER S.r.l.
25 di 28 MNPG144 Rev. 08 11/11/15

Source: http://www.medexitalia.it/medex_shop/allegatiART/MNPG144-08_(NUOVO_MIO-IONOTENS_ITA)_4110_10258.pdf

Microsoft word - thèse nicolas lefebvre.doc

ÉCOLE NATIONALE VETERINAIRE D'ALFORT VADEMECUM THERAPEUTIQUE DES AFFECTIONS RESPIRATOIRES DES RUMINANTS DOMESTIQUES DOCTORAT VETERINAIRE Présentée et soutenue publiquement devant LA FACULTE DE MEDECINE DE CRETEIL Nicolas, Dominique, Bernard LEFEBVRE Né le 07 mai 1978 à Versailles (Yvelines) Président : M. Professeur à la Faculté de Médecine de CRETEIL

No job name

Organic Process Research & Development 2003, 7, 983−989 Phase Transitions in Supersaturated Drug Solution Ste´phane Veesler,*,‡ Laurent Lafferre re,‡ Eric Garcia,§ and Christian Hoff Centre de Recherche sur les Me´canismes de la Croissance Cristalline, CRMC2† - CNRS, Campus de Luminy,Case 913, F-13288 Marseille Cedex 09, France, Sanofi-Synthe´labo Recherche, F-78440 PorcheVille, France, andSanofi-Synthe´labo Chimie, F-30390 Aramon, France